Cerca
  • Dott. Claudio Lambertoni

DISTURBI DEL GUSTO - Ageusia e ipogeusia

Il gusto, come tutte le afferenze sensoriali, può, in varie patologie, essere alterato.

L'ipogeusia è la diminuzione parziale del senso, mentre l'ageusia è la scomparsa totale del senso.


FISIOLOGIA

La percezione del gusto avviene in particolare in sensori, detti papille gustative, che sono disposte sulla lingua. Alcune zone della lingua sembrano essere responsabili delle percezione dei gusti. Esiste, quindi, secondo alcuni autori una precisa sensorialità topografica del gusto. In particolare l'amaro sarebbe percepito nella base lingua, il dolce nella punta, il salato su tutto il dorso e l'acido sui bordi. Secondo altri autori e ricerche più recenti, la topografia non sarebbe vera e i vari gusti sarebbero percepiti su tutta la superficie linguale in modo indifferente.


La percezione dei gusti non è limitata alla interazione delle sostanze con le papille gustative ma avviene anche con un altro meccanismo. Quando mastichiamo in cibi, infatti, si liberano delle sostanze volatili che vanno a stimolare tutta un’altra zona di recettori olfatto – gustativi, che sono distribuiti nella parte posteriore del naso. Questi recettori sono responsabile di percezioni che noi conosciamo e che nel lessico comune definiamo “retrogusto”. Pensiamo per esempio a quanto sia importante il fenomeno del retrogusto nella valutazione, ad esempio, delle caratteristiche dei vini.


Si stima infatti che la maggior parte della percezione del gusto avvenga proprio in queste modalità e soltanto il 20/30% sia legato alla percezione delle papille gustative.



Quando pensiamo alle cause di disturbi del gusto dobbiamo sempre pensare al fatto che gusto e olfatto siano intimamente collegati. La particolare fisiologia del senso del gusto spiega perché in varie patologie ostruttive del naso (deviazione del setto nasale, ipertrofia dei turbinati, riniti, sinusiti, polipi nasali) possano verificarsi ipogeusia e ageusia.


EZIOLOGIA (cause di ipogeusia, ageusia)

Le alterazioni del gusto possono essere dovute principalmente a tre ordini di fenomeni:

  • un ostacolo meccanico, che impedisce la stimolazione dei recettori olfatto-gustativi (in sostanza, l’aria non passa dal naso)

  • danni diretti che possono subire i recettori gustativi e olfattivi

  • danni delle vie nervose del gusto e dell’olfatto: come può avvenire in malattie sistemiche che coinvolgono tutto il organismo, oppure in malattie del sistema nervoso

CAUSE NASALI

Ostacoli meccanici (l’aria non passa dal naso)

  • Deviazione del setto nasale

  • ipertrofia dei turbinati

  • polipi nasali

  • tumori del naso


Infezioni e infiammazioni del naso e dei seni paranasali

  • raffreddore comune, sindromi influenzali e parainfluenzali

  • rinite allergica

  • rinite farmacologica

  • rinite ormonale

  • rinite iatrogena

  • rinite vasomotoria

  • sinusite virale, batterica, micotica (da funghi)


DANNI DEI RECETTORI OLFATTO GUSTATIVI (le sostanze raggiungono i recettori olfatto – gustativi ma essi non funzionano correttamente)


Cause nasali

  • Infezioni virali: sindrome influenzale

  • traumi

  • esiti di radioterapia

  • esiti di chemioterapia

Patologie della lingua e del cavo orale

  • Uso eccessivo di collutori, dentifrici, gels, propoli

  • Malattie parodontale e gengivale

  • Infezioni dento-alveolari, scarsa igiene

  • Infezioni orali. stomatiti, glossiti, micosi

  • Xerostomia (Sindrome di Sjogren o radioterapia della regione testa-collo)

  • Danni iatrogeni (dovuti ai farmaci) – in particolare:

  • Antineoplastici

  • Antireumatici (Sali d’oro)

  • Ace inibitori (riduzione dello Zn)

  • Sindrome del cavo orale urente (BMS)

  • Reflusso gastro esofageo

  • Invecchiamento

Disordini neuronali (Il danno è a livello del sistema nervoso centrale o periferico)

  • Trauma cranico

  • Traumi ai nervi olfattive e gustativi

  • Neoplasie cerebrali

  • Malattie neurologiche

  • Malattia di Alzheimer

  • Morbo di Parkinson

  • Sclerosi multipla

Malattie sistemiche

  • insufficenza renale

  • Diabete

  • Epatopatie

  • Ipotiroidismo


TERAPIA della ipoageusia e della ageusia

La terapia è essenzialmente eziologica, cioè riferita alla causa.

Nel caso delle malattie nasali e linguali, è possibile risalire alla causa e risolvere il problema. In questi casi, la cura è semplice e il recupero può essere parziale o totale. Utilizzeremo, a seconda dei casi cure mediche o terapie chirurgiche.

Se, invece, la causa riguarda i sensori percettivi (le cellule neurosensoriali) o il sistema nervoso, purtroppo, non esistono terapie efficaci.


37 visualizzazioni

Dott. Claudio Lambertoni

Specialista in Otorinolaringoiatria-Chirurgia dei Turbinati, Rinoplastica, Russamento e Apnee del sonno

Medico Chirurgo, iscritto allordine dei Medici di Milano al n° 35641, nato il 3 marzo 1953.

  • Bianco Facebook Icon
  • Bianco YouTube Icona
  • Bianco LinkedIn Icon

© 2019 by Claudio Lambertoni. Proudly created by #SaidiSEO

CONSULENTE PRESSO
Casa di cura Columbus Milano

Via M.Buonarroti, 48 - 02 48080608


Casa di cura Quisisana,

Via Gian Giacomo Porro n° 5

334 2880508

STUDI MEDICI
Milano

Studio medico associato Futura

Viale Col di Lana n° 2 - 334 2880508;

Clinica Columbus - Via M. Buonarroti, 48

Tel 02 480801; 0248080608


Roma

Casa di cura Quisisana,

Via Gian Giacomo Porro n° 5 -

334 2880508

RECAPITI
Tel. Mobile: 334 2880508

e-mail: claudiolambertoni@yahoo.it